ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Desdemona abita a Manhattan

Lettura in corso:

Desdemona abita a Manhattan

Dimensioni di testo Aa Aa

Desdemona nell’Otello di Verdi, uno di quei ruoli che hanno reso Renée Fleming famosa in tutto il mondo.

In questi giorni il capolavoro verdiano è in scena al Metropolitan Opera di New York, tempio dell’opera e fulcro dell’effervescente vita culturale della Grande Mela.

Per Renée/Desdemona, che ama e crede nella cultura, questa città è unica.

“Il tempo libero è una necessità per tutti e quando ne ho mi butto sulla cultura, per cui vado spesso a teatro: ieri sera ero all’apertura della stagione alla Carnegie Hall; di recente sono stata a quella del Metropolitan Opera. È un grande privilegio, e un divertimento, vivere in una città che offre tanto. E sono orgogliosa di essere newyorkese. La bellezza di questa città, poi, è che i negozi sono aperti tutta la notte, che non c‘è bisogno dell’auto, tutti prendono il taxi, e volendo si va dappertutto a piedi… qui si può vivere in modo sano.”

Donna moderna, indipendente, lucida, Renée Fleming offre un’interpretazione attuale dell’opera.

“Credo che le donne di oggi considerino Desdemona una sorta di vittima della violenza domestica, così adesso si definisce; e poterla definire è il primo passo verso l’eliminazione di questa piaga. Quando ho cominciato a cantare questo ruolo non mi era venuto in mente e poi, di recente, ho fatto il collegamento: ho pensato: “certo, questa è violenza domestica”.

Desdemona è uno dei grandi ruoli di Renée Fleming. Eppure, anche per un soprano della sua levatura, la comprensione di questo personaggio non è stata immediata.

“La prima volta che ho visto l’opera, francamente, ho pensato: ‘sta poverina, non è proprio un’aquila!” È talmente innamorata di Otello, il loro amore è così forte – e il duetto del I Atto è una delle più belle musiche mai composte per l’opera – che non mette mai in dubbio i sentimenti di lui. Probabilmente è una donna che ha vissuto poco, non ha quell’approccio un po’ blasé di chi ha avuto altre relazioni, si fida ciecamente di lui: e questa è la sua disfatta.”