ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tra le proteste popolari il governo portoghese annuncia la legge di bilancio per il 2013

Lettura in corso:

Tra le proteste popolari il governo portoghese annuncia la legge di bilancio per il 2013

Dimensioni di testo Aa Aa

Proteste rumorose davanti al parlamento portoghese, dove ieri il governo ha presentato la legge di bilancio per il 2013: un “massacro”, per l’opposizione di sinistra.

La finanziaria prevede un miliardo di tagli alla spesa, un miliardo e trecento milioni di riduzione delle prestazioni sociali, e il licenziamento del 2 per cento dei dipendenti pubblici.

Per l’esecutivo si tratterebbe solo di mantenere gli impegni presi con l’Europa.

“Il deficit per il 2013”, spiega il ministro delle Finanze Vitor Gaspar, “si attesterà sui 7,5 milioni di euro, il 4,5 per cento del Pil. E questo è il limite del deficit per il 2013 approvato dall’Eurogruppo e da Ecofin”.

Le vigorose proteste popolari hanno finora costretto il governo a rinunciare al progetto di aumentare gli oneri sociali a carico dei lavoratori per finanziare la riduzione delle imposte a carico dei datori di lavoro.