ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le vittime di Srebrenica: Karadzic pensa di meritarsi il Nobel

Lettura in corso:

Le vittime di Srebrenica: Karadzic pensa di meritarsi il Nobel

Dimensioni di testo Aa Aa

Radovan Karadzic vuole prenderci in giro. È il primo commento delle vittime di Srebrenica all’autodifesa dell’ex leader serbo-bosniaco sotto processo all’Aja. Per l’associazione delle madri di Srebrenica, Karadzic non è pazzo:

“Con il suo comportamento in tribunale non sta creando quel clima di fiducia che sarebbe necessario per favorire la riconciliazione e la coesistenza” dice Kada Hotic, che ha perso il figlio e il marito nel massacro.

“Se l’Unione europea ha vinto il premio Nobel per la pace malgrado il fatto che ha tollerato il massacro di Srebrenica, non è sorprendente che anche Karadzic creda di aver promosso la pace” aggiunge Zumra Sehomerovic, anche lei con un marito e un figlio ucciso dai serbo-bosniaci.

Nel territorio della Bosnia a maggioranza serba, le voci degli abitanti dicono altre cose:

“Non verrà fatta giustizia. I serbi non riescono mai ad ottenere giustizia. Tutti hanno avuto un processo equo, eccetto i serbi. Gli auguro ogni bene, ma non credo che riuscirà a uscire di lì”.

Nessuno ha mai pensato che in Bosnia si potesse arrivare al genocidio, ha detto Karadzic ai giudici. Nella guerra in Bosnia, fra il 1992 e il 1995, morirono almeno 100mila persone.