ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Affari di famiglia

Lettura in corso:

Affari di famiglia

Dimensioni di testo Aa Aa

Serge Rombi, euronews: “Ogni anno in Europa 600.000 posti di lavoro vanno in fumo semplicemente perché gli imprenditori non sono ben preparati alla cessione della loro attività. Fare in modo che questo passaggio si svolga nel miglior modo possibile fa parte della cultura imprenditoriale finlandese”.

Oliwer Campbell ha 40 anni ed è il proprietario di una società che produce materiale per uffici. Creata nel 1933 dal nonno, ereditata dal padre nel 1992, è gestita da lui da un paio d’anni. Oliwer vi ha sempre lavorato, ma ora deve far fronte a nuove responsabilità.

“La parte emotiva è quella più forte”, spiega Campbell. “Una volta che riesci a superare questa sfida, diventi più forte anche come persona ed è un grande aiuto”.

Il fatturato raddoppiato in dieci anni e la creazione di una ventina di posti di lavoro sono la prova di un passaggio di consegne avvenuto senza problemi. Oliwer si è preparato seguendo formazioni al management, tre anni prima di prendere le redini dell’impresa.

“E’ un grande aiuto, perché si condividono punti di vista, idee, interrogativi e si ottengono risposte, sai di non essere da solo”, afferma quest’imprenditore. “E’ un confronto tra imprese familiari che si preparano ad affidare la gestione alla generazione successiva, è qualcosa che riguarda tutti. Si tratta anche di lavorare in rete. Mettere in relazione le persone, che eventualmente possono fare affari tra di loro, riunire amici di lunga data che sai che ti sostengono”.

Per far funzionare il suo progetto, Oliwer ha fatto ricorso a un’associazione che riunisce 400 imprese familiari finlandesi. Fornisce programmi per aiutare i futuri dirigenti o proprietari ad affrontare i diversi aspetti legati a questi ruoli.

“Cosa significa gestire un’impresa familiare, lavorare con il personale e altri azionisti, come avere una nuova visione dell’impresa familiare”, dice Krista Elo-Parssinen, consigliere all’associazione finlandese delle imprese familiari.

“Le chiavi del mio successo sono essere sicuri di quello con cui ci si sta misurando”, afferma Campbell, “non aver paura di fare domande ad altri se si pensa di aver bisogno di aiuto e sostegno, e assicurarsi che all’interno della famiglia inizi la transizione, il prima possibile è meglio”.