ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Incollò la figlia al muro: condannata a 99 anni

Lettura in corso:

Incollò la figlia al muro: condannata a 99 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha incollato al muro le mani della figlia di due anni che non usava il vasino.

L’ha presa a morsi, calci e pugni provocandole un’emorragia cerebrale e il coma.

Per questo Elizabeth Escalona, 23 anni, è stata condannata all’ergastolo da un tribunale di Dallas, in Texas.

Visibilmente colpito dalla vicenda Larry Mitchell, il giudice che ha letto la sentenza: 99 anni di prigione per aver picchiato selvaggiamente la figlia, facendole rischiare la vita. Per la corte, Elisabeth Escalona è un mostro.

“Non è cattiva, è tutto quello che posso dirvi”, ha detto l’avvocato della difesa, Angie N’Duka, “Escalona è una bambina che non è mai cresciuta, che non ha mai avuto un’infanzia. Quindi no, non è cattiva.”

I 4 figli della donna sono ora stati affidati alla nonna materna, che in luglio aveva implorato clemenza.