ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rallenta la domanda mondiale di petrolio

Lettura in corso:

Rallenta la domanda mondiale di petrolio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il rallentamento della crescita economica cinese e la crisi dell’area Euro stanno frenando la domanda globale di petrolio, anche se i prezzi restano stabili, a causa delle crescenti tensioni in Medio oriente.

Sul 3 trimestre di quest’anno l’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha tagliato di 400 mila barili al giorno la sua stima sulla domanda mondiale, portandola a 90,1 milioni di barili.

Questo a fronte di una produzione di greggio che si assesta sui 90.8 milioni di barili malgrado le minori forniture in arrivo dall’ Iran dove, le sanzioni internazionali hanno spinto la produzione ai minimi da 23 anni.

Dal 1° luglio scorso alle navi europee è proibito di trasportare il greggio iraniano e alle assicurazioni del vecchio continente di assicurare le petroliere battenti bandiere straniere per il trasporto di petrolio iraniano;

Considerando che il 90% del naviglio mondiale si assicura in Europa, gli ayatollah iraniani stanno avendo grossissime difficoltà a vendere il loro greggio anche nei confronti di paesi rimasti “amici” come Cina, India e Corea del Sud.

Pieni petrolio che non riescono a vendere, in Iran si trovano molto vicini alla paradossale situazione di dover importare benzina per il fatto che non hanno sufficienti raffinerie.

Dall’inizio dell’anno, il rial iraniano ha perso l’ 80% del suo valore nei confronti del dollaro.