ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, la Croce Rossa in campo per i nuovi poveri

Lettura in corso:

Spagna, la Croce Rossa in campo per i nuovi poveri

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel giorno in cui celebra la sua giornata nazionale, la Croce rossa spagnola pensa al suo popolo. A quei 300 mila nuovi poveri per i quali ha dato il via ad una raccolta fondi senza precedenti.

La Spagna ha il maggior tasso d’impoverimento d’Europa. Standard and Poor’s abbassa di due punti il rating del paese.

Di fronte una recessione che si preannuncia stabile almeno per i prossimi due anni, anche la famiglia reale offre il buone esempio. La miseria attanaglia quegli spagnoli sino a ieri benestanti, oggi senza lavoro, impossibilitati a pagare le bollette o a garantire i pasti ai figli.

“Siamo molto preoccupati per tutti coloro che hanno perso il loro lavoro, il loro tenore di vita, il loro posto in società” dichiara il portavoce della Croce rossa spagnola Jose Janvier Sanchez Espinosa “La gente precipita in difficili situazioni depressive, in condizioni di forte degrado morale e questo è il primo passo verso l’esclusione.”

La pubblicità-choc mandata in onda in questi giorni dalla Croce Rossa materializza l’incubo che per circa uno spagnolo su 4 è diventato realtà.

Un frigorifero vuoto, una sola frittata divisa in più parti. Gli sguardi interrogativi dei bambini, quelli impotenti e tristi di mamma e papà. Quella descritta, per molti, è la Spagna dell’ottobre 2012.