ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aereo siriano, Turchia:"Carico di armi dirette a Damasco", Russia nega

Lettura in corso:

Aereo siriano, Turchia:"Carico di armi dirette a Damasco", Russia nega

Dimensioni di testo Aa Aa

È braccio di ferro tra Ankara e Mosca sul carico sequestrato sull’aereo siriano intercettato e fatto atterrare in Turchia. Le autorità russe negano si tratti di armi ed è invece quanto affermato in via ufficiale dal premier turco Recep Tayyip Erdogan:

“Il mittente è un l’agenzia russa di produzione di munizioni militari, armi. Il carico che abbiamo sequestrato conteneva la merce che esportano e producono. Il ricevente è una compagnia, anche se non è corretto chiamarla così, perchè il carico era diretto al Ministero della Difesa siriano”.

Mosca accusa Ankara di avere messo in pericolo l’incolumità dei passeggeri a bordo, violando gli accordi bilaterali. Secondo una fonte anonima del servizio di esportazione d’armi russo, Mosca non avrebbe usato un aereo del genere per ‘l’invio di equipaggiamento militare’. In Turchia la vicenda è seguita con appressione crescente dai cittadini:

“Sento che stiamo danneggiando senza una vera ragione anche i nostri rapporti con la Russia afferma questo cittadino di Istanbul – Credo che la Turchia sia abbastanza intelligente da non cominciare una guerra, ma se si continua su questa strada c‘è il rischio di scivolarci dentro”.