ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aereo siriano, scintille diplomatiche tra Russia e Turchia

Lettura in corso:

Aereo siriano, scintille diplomatiche tra Russia e Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra Mosca e Ankara i rapporti sono tesi. Il caso dell’aereo siriano partito dalla Russia e intercettato dall’aviazione turca per sospetto trasporto d’armi dirette a Damasco, ha avuto ricadute diplomatiche immediate. L’ambasciatore russo ad Ankara è stato convocato dal Ministero degli affari esteri e Mosca esige spiegazioni su quell’atterraggio forzato che ha messo in pericolo l’incolumità dei propri connazionali, violando, secondo le autorità russe, gli accordi tra i due Paesi. Dello stesso tono la risposta di Ankara:

Binali Yildirim, Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni: “Secondo le norme relative all’aviazione civile, i velivoli non possono in alcun caso trasportare equipaggiamento per la comunicazione militare e nessun tipo di armi”. Oltre al botta e risposta diplomatico la cancellazione della visita di Vladimir Putin in Turchia, il prossimo lunedì, non suggerisce un immediato calo della tensione.