ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fmi mette in guardia le banche europee

Lettura in corso:

Fmi mette in guardia le banche europee

Dimensioni di testo Aa Aa

Le banche dell’Eurozona potrebbero
vedere i propri asset crollare per un valore fino a 3.500 miliardi di euro, con un tonfo del credito ‘‘in periferia’‘ fino al 18%, che ‘‘e’ una grandezza piuttosto importante’‘. E’ la previsione del dipartimento mercati monetari del
Fondo monetario internazionale. La stima supera di 1300 miliardi quella di aprile.
La riduzione della leva finanziaria della banche potrebbe innescare una crisi del credito, potenzialmente in Paesi grandi come l’Italia.
Secondo il responsabile del dipartimento le stime sul crollo degli asset si riferiscono allo scenario peggiore, mentre in quello piu’ verosimile, ‘‘qualora sia consentito alle pressioni sui mercati di continuare ad agire’‘, la contrazione del valore degli asset delle banche europee potrebbe essere di 2.800 miliardi di euro, con un riflesso negativo sull’erogazione del credito a livello periferico
dell’ordine del 9% a fine 2013.
L’Fmi invita i leader dei Paesi europei ad accettare di istituire un’unica autorita’ di vigilanza
bancaria e di intraprendere altre azioni per scongiurare la crisi del debito sovrano.