ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il processo del figlio di Gheddafi: a Tripoli o all'Aja?

Lettura in corso:

Il processo del figlio di Gheddafi: a Tripoli o all'Aja?

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi processerà Saif al-Islam Gheddafi, il figlio dell’ex rais detenuto a nord di Tripoli dall’epoca della sua cattura, dita mozzate e denti persi, nel novembre scorso.

All’Aja è il primo giorno del procedimento contro di lui, un’udienza destinata a definire la competenza della Corte penale internazionale nel giudizio.

Competenza contestata però da Tripoli che vuole giudicare Saif al-Islam in patria, secondo i ritmi dettati anche dalla crisi politica.

“Il processo accelerato che vuole la Corte internazionale”, ha dichiarato all’Aja il rappresentante libico Ahmed Sadeq al-Gehani, “non dà abbastanza tempo ai libici e non corrisponde in maniera adeguata allo sviluppo di un nuovo governo nato a seguito del conflitto e alle prese con prioritari problemi di sicurezza”.

Insieme a Saif al-Islam, la Corte penale intende processare anche il capo dei servizi segreti libici, Abdullah Al-Senussi.

L’accusa per entrambi è di crimini contro l’umanità, per quanto accaduto durante la repressione della rivolta che in sei mesi portò alla fine del regime di Gheddafi e costò circa 25 mila morti.