ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene, Piazza Syntagma respinge la solidarietà della Merkel con sassaiole e tafferugli

Lettura in corso:

Atene, Piazza Syntagma respinge la solidarietà della Merkel con sassaiole e tafferugli

Dimensioni di testo Aa Aa

‘Ne abbiamo abbastanza dell’austerità’. A suon di tafferugli e sassaiole Piazza Syntagma ha respinto al mittente il messaggio di solidarietà del cancelliere tedesco. In oltre trentamila si sono radunati nel quartiere del Parlamento, protetto da misure straordinarie di sicurezza.

Gli scontri con la polizia sono iniziati nelle strade che costeggiano la piazza principale. Una protesta a tratti violenta a tratti ironica, con pesanti allusioni al passato nazista della Germania, che per chi manifesta, sta dettando l’agenda politica ed economica della Grecia, divenuta terra di conquista, di quello che viene definito sui cartelli dei manifestanti, “Il quarto Reich”. Ma con i sindacati greci in piazza c’erano anche gli esponenti della sinistra radicale tedesca e greca:

Bernd Rixinger, Die Linke: “Siamo qui per mostrare la nostra solidarietà al popolo greco. Come partito di sinistra in Germania siamo contro il Patto Fiscale e il Fondo salvastati permanente. Non vogliamo che a pagare siano i lavoratori e i disoccupati, non vogliamo che i greci dilapidino il patrimonio pubblico”.

Alexis Tsipras, Syriza:
“Abbiamo un solo messaggio. Le tradizioni democratiche europee non possono permettere che la Grecia, un popolo europeo, diventi l’agnello sacrificale di questa crisi e un cimitero sociale. Vinceremo alla fine, perché siamo dalla parte della giustizia e la gente è con noi”. In piazza oltre ai rappresentanti delle categorie sociali e della sinistra, anche giovani di estrema destra e persone comuni.