ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: il bluff mediatico dei ribelli

Lettura in corso:

Siria: il bluff mediatico dei ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

Ì ribelli siriani sono stati descritti come un’armata brancaleone. Male armati, senza alcuna disciplina, senza armi e munizioni. Incapaci di affrontare un esercito professionale che non ha grossi problemi logistici, e in gran parte rimasto fedele al regime.

I limiti dei ribelli sono evidenti. Non riescono neppure a gestire i carri armati che catturano, da cui smontano le armi. Per questo, sembra, si stia diffondendo l’uso delle bombe ai lati delle strade.

Malgrado proclami altisonanti e qualche cittadina conquistata nella parte settentrionale del paese, per ora l’esercito di Assad non sembra avere grandi difficoltà a controllare la situazione e un elicottero abbattuto non fa probabilmente la differenza. Per questo i ribelli cercano di fare relazioni pubbliche. Queste immagini mostrano una brigata in pieno addestramento: “Ci sono stati errori commessi dall’esercito libero siriano per questo ci siamo riorganizzati e siamo più forti e organizzati”. Probabilmente un bluff. I ribelli auspicano un intervento turco per rovesciare il regime, che per adesso sembra ben saldo. Per loro è l’unica chance.