ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caracas in festa, ma spunta anche qualche lacrima

Lettura in corso:

Caracas in festa, ma spunta anche qualche lacrima

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ festa per le strade di Caracas, per la quarta vittoria di Hugo Chavez alle presidenziali venezuelane. Migliaia di persone hanno celebrato il trionfo del ledaer bolivariano, che si è imposto con due parole d’ordine: sconfiggere la borghesia oligarchica e parassitaria, e resistere all’imperialismo degli Stati Uniti.

“Ora abbiamo una vera democrazia, e abbiamo chiaramente vinto”, urla un elettore chavista.

“Sono felice per la vittoria del mio comandante, il comandante dei poveri, venuto a salvare il paese”.

Durante la campagna elettorale Chavez aveva promesso una lotta senza quartiere alla povertà e all’insicurezza economica, e gli elettori gli hanno evidentemente creduto.

Clima tutt’altro che allegro al quartier generale dello sconfitto Henrique Capriles, il candidato dell’opposizione nettamente battuto.

“Non ho parole adesso. Penso solo che dobbiamo mantenere la calma e continuare a credere possibile che il paese possa uscire un giorno dalla dittatura imposta dal presidente Chavez”.

I dirigenti dell’opposizione hanno tuttavia riconosciuto la sconfitta, e non si sono registrati scontri nè violenze tra i sostenitori dei due candidati.