ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontro sociale in Sudafrica, dalle miniere ai trasporti

Lettura in corso:

Scontro sociale in Sudafrica, dalle miniere ai trasporti

Dimensioni di testo Aa Aa

Minatori sudafricani di nuovo in piazza. Chiedono la revoca dei 12 mila licenziamenti, decisi dalla multinazionale del platino Amplats come ritorsione contro i lavoratori in sciopero.

Nella memoria, i gravi tumulti seguiti ai tagli annunciati a gennaio dall’altra compagnia di settore, l’Impala.

“Brutte cose stanno per accadere”, dice Gaddafi Mdoda, uno dei leader della protesta, “non sono sicuro che la proprietà anglo-americana e le autorità sudafricane si assumeranno la responsabilità del sangue che sta per essere versato”.

Lo sciopero a Rustenburg dura da tre settimane. Uno scontro sociale nato in agosto a Marikana, con decine di morti negli scontri con la polizia.

Da allora la mobilitazione ha coinvolto oltre 75 mila minatori e si è allargata al settore trasporti, con pesanti ricadute sull’economia nazionale.