ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue sotto pioggia di attacchi informatici, ma è solo una simulazione

Lettura in corso:

Ue sotto pioggia di attacchi informatici, ma è solo una simulazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Che cosa accadrebbe se un’offensiva coordinata mettesse sotto scacco i sistemi informatici delle principali banche europee? Per testare le proprie difese, l’Unione ha effettuato una simulazione che ha coinvolto 25 amministrazioni nazionali, società di telecomunicazioni e istituti di credito.

La cabina di regia, a Bruxelles, ha tentato di gestire 1.200 attacchi informatici distinti. Krzysztof Socha, EU Computer Emergency Response Team: “Gli attacchi lanciati nel mondo fino a oggi non hanno mai raggiunto questa portata. Possiamo immaginare scenari che ci darebbero molto più filo da torcere ed è per queso che facciamo una simulazione: per prepararci a reagire ad attacchi su larga scala”.

Nel 2011, i cyber-attacchi sono aumentati del 36%: la metà dei quali diretti contro istituti finanziari. L’esito dell’esercitazione contribuirà a definire la strategia della Commissione europea sulla sicurezza informatica. Neelie Kroes, Commissaria europea per l’Agenda digitale: “Il piano sarà pubblicato entro la fine di quest’anno e accompagnato da una serie di proposte di legge: si tratta di un approccio globale ed è un’occasione per dimostrare che le nostre difese non corrono rischi”.

Attualmente, soltanto nel campo delle telecomunicazioni vige l’obbligo di rendere pubblici gli attacchi informatici. Bruxelles mira a estenderlo a tutti i settori strategici.