ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia pronta ad intervento militare in territorio siriano

Lettura in corso:

Turchia pronta ad intervento militare in territorio siriano

Dimensioni di testo Aa Aa

“Una violazione flagrante del diritto internazionale”. Questa la reazione della Turchia, pronta ad azioni militari oltre il confine siriano in risposta al colpo di mortario caduto in territorio turco.
 
Dopo una riunione d’emergenza del governo di Ankara, il Premier Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che l’esercito ha risposto al fuoco colpendo bersagli siriani. E il parlamento si riunirà a breve per discutere l’autorizzazione ad un intervento militare in territorio siriano.
 
“La Turchia ha subito un attacco all’interno dei propri confini, ci sono state delle vittime” ha detto il Vice primo ministro turco Bulent Arinc. “Questo prevede delle conseguenze secondo il diritto internazionale. La Turchia è membro della Nato il cui Trattato prevede delle responsabilità quando uno dei suoi membri viene attaccato”.
 
Nel villaggio di Akcakar il fuoco siriano ha ucciso una donna e i suoi 4 figli e causato il ferimento di diverse persone. Le autorità siriane hanno tentato di smorzare la tensione e annunciato l’avvio di un’inchiesta sull’episodio.
 
“E’ stata avviata un’indagine sull’origine del colpo di mortaio che ha provocato la morte di una madre e dei suoi figli vicino alla frontiera. Presentiamo le nostre sentite condoglianze ai familiari delle vittime e al popolo turco che è e rimane nostro fratello e amico” ha detto il ministro siriano dell’Informazione Omran Zoabi.
 
Gli obiettivi siriani oggetto dell’immediata rappresaglia turca non sono noti. Dopo l’attacco Ankara, come previsto dall’articolo 4 del Trattato Atlantico, ha richiesto una riunione d’urgenza del Consiglio della Nato a Bruxelles. Riunione sfociata con una dichiarazione di solidarietà ad Ankara e un monito a Damasco.