ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: treni e metropolitane a singhiozzo per uno sciopero

Lettura in corso:

Portogallo: treni e metropolitane a singhiozzo per uno sciopero

Dimensioni di testo Aa Aa

Giornata difficile per i lavoratori portoghesi che utilizzano i mezzi pubblici a causa di uno sciopero dei dipendenti delle metropolitane e delle ferrovie. La protesta, l’ennesima nel Paese, è stata indetta dai sindacati di categoria contro i tagli agli stipendi e le eventuali privatizzazioni. Misure inserite nei pacchetti studiati dal governo per rimettere in sesto le finanze portoghesi.
“Sì – spiega un lavoratore che normalmente utilizza la metropolitana – lo sciopero ci danneggia, in termini di denaro i lavoratori perdono un giorno di paga ma vedremo se questo potrà risolvere la crisi, vedremo se il governo avrà la capacità di trovare una soluzione alla crisi”.
In realtà l’esecutivo ha già deciso di aumentare, per il 2013, l’imposta sul reddito per racimolare i 4 miliardi di euro necessari a centrare l’obiettivo di bilancio. I sindacati hanno reagito proclamando, per il 14 novembre, uno sciopero generale. Il provvedimento è stato ideato da Lisbona dopo che la grande manifestazione del 29 settembre l’ha costretta a retrocedere dalla iniziale ipotesi di un taglio agli stipendi dei dipendenti pubblici.