ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco: già approdata la "nave degli aborti"

Lettura in corso:

Marocco: già approdata la "nave degli aborti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Colpo di scena in Marocco nella vicenda della cosiddetta “nave degli aborti”, protagonista delle spedizioni via mare dell’associazione olandese “Women of Waves”.

Sull’imbarcazione viene offerta assistenza psicologica e medica alle donne che vogliono un’interruzione di gravidanza.

Gli attivisti hanno ingannato le autorità marocchine annunciando l’approdo a Smir per giovedì. In realtà la nave era già arrivata da diversi giorni.

“Ci sono dai seicento agli ottocento aborti clandestini al giorno in Marocco, una cifra enorme. Nel Paese questi numeri non sono noti”, dice una attivista, “Gli aborti clandestini hanno conseguenze drammatiche sul piano psicologico e fisico, dalle mutilazioni alla morte. Noi vogliamo che in Marocco l’aborto sia legale”, spiega un’attivista, Ibtissame Lachgar.

Il Marocco è il primo Paese musulmano toccato dalla nave, dopo Irlanda, Polonia, Portogallo e Spagna.

Tuttavia le forze dell’ordine stanno impedendo la discesa dalla nave e la salita a bordo.

Sull’imbarcazione le donne possono essere sottoposte ad un’interruzione di gravidanza entro la sesta settimana e mezzo di gestazione.