ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia pronta a un intervento militare in Siria

Lettura in corso:

La Turchia pronta a un intervento militare in Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Con 320 voti favorevoli e 129 contrari il Parlamento turco ha approvato la mozione, presentata dal governo di Recep Tayyip Erdogan, che autorizza per un anno un eventuale intervento militare in Siria.

A nulla sono valse le proteste dei turchi radunatisi
all’esterno dell’assemblea di Ankara per impedire un’ulteriore escalation di violenza con il Paese confinante. Una manifestazione in cui non sono mancati scontri con la polizia, ma di cui il Parlamento non ha tenuto conto.

Ankara risponde anche così al colpo di mortaio proveniente da Tel Abyad, in territorio siriano, che mercoledì è caduto sulla città di Akçakale, situata nel sud della Turchia, esattamente sul confine, e
che ha ucciso cinque civili, fra cui quattro bambini.
Ma l’esercito turco ha anche continuato a bombardare con la propria artiglieria le postazioni dell’esercito fedele a Bashar al Assad.

Unanime intanto la condanna a Damasco per quanto
avvenuto ad Akçakale. Nella notte a Bruxelles si è svolta una riunione d’emergenza della Nato. Il Consiglio atlantico ha chiesto uno stop immediato di qualsiasi atto che violi le leggi internazionali. Il vicepremier turco, dal canto suo, ha chiarito che il suo Paese non vuole la guerra e che la mozione vuole avere solo uno scopo dissuasivo. Ma le Nazioni Unite hanno invitato entrambe le parti ad abbassare i toni e far lavorare la diplomazia.