ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Turchia discute l'intervento armato contro la Siria

Lettura in corso:

La Turchia discute l'intervento armato contro la Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Riunione ad Ankara del Parlamento turco per decidere se dare o meno il via libera ad operazioni militari al di fuori dei propri confini nazionali.

A chiedere l’autorizzazione, come richiesto dalla carta costituzionale, l’esecutivo del premier Erdogan dopo che ieri un colpo di mortaio proveniente dalla Siria è caduto nella cittadina turca di Akcakale uccidendo cinque civili.

L’esercito di Ankara intanto ha già risposto, utilizzando la propria artiglieria contro non meglio precisati obiettivi siriani situati lungo il confine. Nell’attacco avrebbero perso la vita numerosi soldati fedeli a Bashar Al Assad.

La tesissima situazione tra i due Paesi confinanti è stata oggetto di una riunione straordinaria della Nato, svoltasi nella notte a Bruxelles. Il Consiglio atlantico ha espresso massima solidarietà alla Turchia per quanto avvenuto mercoledì.

Anche gli Stati Uniti si sono schierati al fianco di Ankara. Mentre il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon ha chiesto a Damasco massimo rispetto per i Paesi vicini.