ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Deterrenza su Damasco, non entrata in guerra". La posizione di Ankara secondo gli analisti

Lettura in corso:

"Deterrenza su Damasco, non entrata in guerra". La posizione di Ankara secondo gli analisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Un potere di deterrenza, più che una vera e propria entrata nel conflitto. Secondo gli analisti Ankara non punta a intervenire nella guerra con la Siria, ma solo ad utilizzare tutta la propria minaccia potenziale nei confronti di Damasco.

“Quando le cose stavano evolvendo la Siria ha fatto un passo indietro. Ha cercato di ammorbidire la posizione della Turchia, sostenendo che avrebbero indagato sull’accaduto per individuare i responsabili. Se c‘è una cosa che la Turchia dovrebbe evitare è quella di entrare in guerra con la Siria. E’ un punto cruciale. La Turchia ha il suo potere di deterrenza, ed è la presenza della Nato, di cui fa parte”.

Poche ore dopo l’attacco, la Turchia ha chiesto e ottenuto una riunione straordinaria e urgente della Nato, senza però citare l’articolo 5, che oprevede una risposta automatica collettiva se uno dei paesi memnri dell’alleanza viene attaccato.