ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, un progetto di legge punisce le "manifestazioni di omosessualità"

Lettura in corso:

Ucraina, un progetto di legge punisce le "manifestazioni di omosessualità"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’omofobia unisce i gruppi politici in Ucraina. Il parlamento di Kiev, infatti, col voto favorevole di maggioranza e opposizione, ha ammesso un disegno di legge che punisce la promozione dell’omosessualità, definita come una minaccia per l’istituzione familiare.
 
“Gli autori di questa proposta sostengono che tra società civile e classe politica sul tema dell’omosessualità vi sia unità di vedute. Secondo loro i cittadini sarebbero pronti ad appoggiare l’iniziativa”.
 
La legge prevede pene fino a cinque anni di carcere per chi importi, produca o distribuisca opere che promuovano l’omosessualità.
 
Ed ecco l’autrice della proposta, esponente del partito ultraconservatore Ucraina Nostra.
 
“Quando parliamo di propaganda ci riferiamo al gay pride, ad esempio, o ai volantini che mostrano uomini che si baciano, soprattutto se destinati ai bambini… E nella lista potremmo includere certamente anche programmi e serie televisive”.
 
Le associazioni per i diritti civili vedono nella proposta di legge, che arriva a tre settimane dalle elezioni politiche, una manovra politica per attirare l’attenzione e, se possibile, recuperare consensi.
 
Olena Shevchenko indica il rischio che una legge simile comporta nei confronti di coppie gay con figli: quello di criminalizzare comportamenti altrimenti normali.
 
Prima di convertirsi in legge, il progetto dovrà essere approvato in seconda lettura e quindi promulgato dal capo dello stato.
 
Ma se la repressione dell’omosessualità viene vista come una manovra elettorale, una eventuale legge in tal senso aprirebbe certo un fronte polemico nei rapporti tra Kiev e l’Unione europea.