ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ikea cancella le donne dal suo catalogo saudita

Lettura in corso:

Ikea cancella le donne dal suo catalogo saudita

Dimensioni di testo Aa Aa

Ikea dice che è stata una soluzione di “compromesso”, porge le sue scuse e promette che non si ripeteranno episodi simili in futuro.

Ma ha scatenanto un vero polverone la versione saudita del catalogo del colosso svedese dell’arredamento, le cui foto sono state ritoccate eliminando donne e bambine.

Il caso, messo in luce dal quotidiano free press di Stoccolma Metro, ha prodotto incredulità e indignazione in tutto il mondo.

“Le donne in Arabia Saudita sono oppresse, è veramente triste che abbiano scelto di sotterrare il tema rimuovendo le donne dai cataloghi”, ha dichiarato il ministro svedese per le Pari Opportunità Nyamko Sabuni.

“Penso sia stupido. Io sono araba e musulmana e dico che la donna esiste e, semplicemente, non deve essere esclusa”, commenta una ragazza per le strade di Stoccolma.

Non è il primo caso di censura nei cataloghi Ikea. Di recente aveva rimosso dal suo sito russo l’immagine di quattro ragazzi con un passamontagna. Per evitare ogni possibile collegamento con il gruppo punk delle Pussy Riot, incappucciate durante la loro ormai famosa preghiera anti-Putin.