ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bruxelles prolunga la missione in Ucraina


Redazione di Bruxelles

Bruxelles prolunga la missione in Ucraina

Sarà prolungata la missione europea in Ucraina per valutare la situazione dell’ex Premier Iulia Timoshenko, condannata a sette anni di prigione per abuso d’ufficio e in attesa di un altro verdetto per evasione fiscale. Una persecuzione politica che Bruxelles sta monitorando da vicino dallo scorso giugno.

Per i responsabili della missione, nonostante i progressi, c‘è ancora molto da fare:

“Bisogna cambiare le leggi e riformare il sistema giudiziario. E naturalmente il Paese deve risolvere la questione politica più spinosa, la detenzione di Timoshenko e di Lutsenko”, spiega l’ex Premier polacco Alexander Kwasniewski.

La delegazione si è occupata infatti anche della detenzione dell’ex Ministro e della preparazione delle elezioni il prossimo 28 ottobre. Proprio durante lo scrutinio, la missione verrà interrotta, per poi riprendere fino a fine anno.

Kwasniewski spiega anche come la situazione in Paesi come l’Ucraina non sia paragonabile, per esempio, a quella della Polonia: “L’Ucraina è stata una repubblica sovietica per 70 anni, è chiaro che ci vogliano profondi cambiamenti; le riforme richiedono tempo e un notevole sforzo da parte del governo e del parlamento”.

Intanto Iulia Timoshenko ha fatto sapere che le autorità stanno preparando il suo rientro in carcere.

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles

Rapporto UE sulle banche: separare depositi dalla finanza rischiosa