ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova Zelanda: Kim Dotcom spiato illegalmente

Lettura in corso:

Nuova Zelanda: Kim Dotcom spiato illegalmente

Dimensioni di testo Aa Aa

Kim Schmitz, meglio noto come Kim Dotcom, è stato spiato illegalmente da un’agenzia dei servizi segreti neozelandese, Government Communications Security Bureau (GCSB).

Il premier John Key, che aveva avviato un’indagine sulle intercettazioni al fondatore di Megaupload, fa pubblica ammenda: “Chiedo scusa a Kim Dotcom e ai neozelandesi. Ho fatto presente tutto il mio disappunto all’Ispettore Generale dell’Intelligence e della Sicurezza. Sono sconvolto per quello che è successo.”

Kim Schmitz, 38 anni, era stato arrestato a gennaio nella sua lussuosa casa ad Auckland, nel nord della nuova Zelanda, in una maxi operazione internazionale di pirateria informatica condotta in collaborazione con l’FBI e il Dipartimento di Stato statunitense.

Il fondatore di Megauploadun avrebbe inflitto un danno di 140 milioni di euro per mancati profitti ai detentori dei copyright mettendo a disposizione sulla rete copie pirate di film e programmi televisivi.