ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Mali chiede l'aiuto dell'ONU

Lettura in corso:

Il Mali chiede l'aiuto dell'ONU

Dimensioni di testo Aa Aa

Un intervento militare sotto l’egida delle Nazioni Unite per liberare il nord del Mali. Lo ha chiesto formalmente il Primo ministro di Bamako a margine dei lavori dell’Assemblea Generale in corso a New York.

“Il governo del Mali – ha detto Sheikh Modibo Diarra – si augura la presenza immediata di questa forza per appoggiare le forze di difesa e di sicurezza del Mali nel portare a termine le nobili missioni di riconquista e di tutela dell’integrità territoriale e della protezione delle persone e dei beni”.

Il Paese africano è precipitato nel caos a marzo quando un colpo di stato militare ha rovesciato il presidente, consentendo ai Tuareg di conquistare il nord del Paese e ai gruppi islamici, alcuni dei quali legati ad Al Qaeda, di imporre nelle stesse zone la Sharia.

La richiesta di un intervento di caschi blu è stata appoggiata soltanto dalla Francia. Cauti Stati Uniti e il segretario generale dell’Onu Ban Ki Moon.
Intanto gli islamisti continuano a seminare il terrore tra la popolazione. A Timbuctu hanno distrutto luoghi santi inseriti nel Patrimonio Mondiale dall’Unesco e costretto circa 400mila persone alla fuga.