ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: rigore, intesa sui "punti principali"

Lettura in corso:

Grecia: rigore, intesa sui "punti principali"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sì in Grecia al nuovo pacchetto di austerità da 13,5 miliardi. Dopo oltre due ore di vertice i tre partiti della coalizione di governo hanno trovato un’intesa.

“Un’accordo sui punti principali”, dichiara Yannis Stouraras, ministro delle Finanze, dopo l’incontro con i leader della sinistra democratica e dei socialisti: “Questo accordo è una buona base per condurre una forte contrattazione.”

La Troika dovrà, infatti, approvare queste nuove misure, necessarie per sbloccare oltre 31 miliardi di aiuti internazionali. Soldi che consentiranno ad Atene di restare nell’area Euro.

Alcuni nodi restano ancora da sciogliere, i socialisti chiedono un rinvio di almeno due anni sulla data di scadenza: 2016 e non 2014 come chiesto dalla Troika. Questioni da affrontare prima della riunione dell’Eurogruppo, prevista l’otto ottobre prossimo.

Il Paese è ancora in stato di agitazione, dopo lo sciopero generale di ieri, il terzo quest’anno, ad Atene i dipendenti del ministero delle finanze incrociano le braccia per 48 ore in segno di protesta contro i nuovi tagli agli stipendi.

Manifestano da questa mattina anche i disabili, scesi in strada per difendere i loro diritti.