ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Studentessa lionese a processo per terrorismo in Turchia

Lettura in corso:

Studentessa lionese a processo per terrorismo in Turchia

Dimensioni di testo Aa Aa

Al via a Bursa il processo contro una studentessa franco-turca.

Sevil Sevimli è accusata, insieme ad altre cinque persone, di propaganda e appartenza a un’organizzazione terroristica di estrema sinistra, vicina alla causa curda.

“Chiedono 32 anni”, dice Sevil, “ma non so cosa succederà. Vedremo, sto aspettando di vedere”.

Il caso della ventenne lionese, in Turchia per uno scambio universitario, ha suscitato in Francia una vasta mobilitazione e la raccolta di 120 mila firme.

Ma non è il solo, avvertono le organizzazioni studentesche: nelle carceri turche ci sono altri 700 ragazzi per motivi simili.

Sevil nega di far parte dell’organizzazione del Fronte rivoluzionario di liberazione del popolo: “Sono venuta in Turchia”, si difende, “solo per conoscere la cultura dei miei genitori”.

La corte turca porta come prova a suo carico la partecipazione alla manifestazione del primo maggio a Istanbul e a un concerto di una band impegnata politicamente.