ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Doppio attentato contro lo Stato maggiore siriano

Lettura in corso:

Doppio attentato contro lo Stato maggiore siriano

Dimensioni di testo Aa Aa

I ribelli siriani rivendicano il doppio attentato nel centro di Damasco, che ha colpito la sede dello stato maggiore.

Un’autobomba e un altro ordigno sono esplosi all’alba, seguiti da una sparatoria. Il governo parla di danni solo materiali ma secondo alcuni media ci sarebbero anche diverse vittime.

Tra queste Maya Naser, corrispondente dell’iraniana Press tv, accorso sul posto per seguire gli eventi, ucciso secondo la televisione di Teheran da “insorti appoggiati dall’estero”. Ferito anche il suo direttore, Hussein Mourtada.

L’attacco segue di poco l’esecuzione di sedici persone, tra cui donne e bambini, uccise dalla milizia filo-governativa, alla periferia nord della capitale.

Due morti e quattro feriti il bilancio invece di due esplosioni avvenute martedì in una scuola, utilizzata dai miliziani come centro di comando, secondo la versione degli attivisti negata dalle autorità.

E intanto proseguono i combattimenti anche nel resto del paese: Homs in particolare resta sotto le bombe e negli scontri che la devastano da mesi.