ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pussy Riot candidate al premio Sakharov 2012

Lettura in corso:

Pussy Riot candidate al premio Sakharov 2012

Dimensioni di testo Aa Aa

Le Pussy Riot figurano tra i candidati al premio Sakharov 2012, conferito dal Parlamento europeo alle personalità che si sono distinte nella difesa dei diritti umani e della libertà di pensiero.

Le tre giovani componenti del gruppo punk russo sono state condannate a due anni di carcere per essersi esibite in una performance anti-Putin nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca.

La Loro candidatura è stata proposta dal deputato europeo Werner Schulz, dei Verdi, secondo il quale le Pussy Riot hanno contestato un regime autocratico con coraggio e creatività, rivelando l’arbitrio del sistema giudiziario e l’influenza politica della Chiesa russa.

In lizza per il premio anche Ales Bialiatsky, militante dell’opposizione bielorussa attualmente detenuto, Joseph Francis, difensore delle vittime della legge sulla blasfemia in Pachistan, tre esponenti dell’opposizione in Rwanda, e il regista iraniano Jafar Panahi, vincitore nel 2000 del Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia.

Il cineasta, i cui film sono vietati in Iran, è stato nominato congiuntamente alla connazionale e avvocatessa Nasrin Sotoudeh. Il nome del vincitore sarà annunciato il prossimo 26 ottobre.