ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Onu, al via a New York l'Assemblea Generale

Lettura in corso:

Onu, al via a New York l'Assemblea Generale

Dimensioni di testo Aa Aa

A New York si aprono i lavori della 67esima Assemblea generale delle Nazioni Unite che si concluderà lunedì 1 ottobre. Almeno 165 le delegazioni presenti, 120 tra Capi di Stato e Governo. Il dibattito verterà sugli “Strumenti di soluzione pacifica delle controversie internazionali” fa sapere il presidente di turno, il serbo Vuk Jeremic. Sul tavolo ci sono la crisi siriana, la richiesta del Mali di un intervento internazionale e la minaccia nucleare iraniana.

Atteso per domani il discorso di Mahmoud Ahmadinejad che ieri ha criticato il Consiglio di Sicurezza dell’Onu e “il diritto di veto di alcuni suoi membri, privo di legittimità”. Una folla di contestatori ha accolto il presidente iraniano al suo arrivo al Palazzo di Vetro.

Sulla crisi siriana, la Germania ha invitato l’Onu a restare unito: “Non voglio abbandonare il piano in sei punti adottato dal Consiglio di sicurezza, è la migliore scelta possibile, dice il Ministero degli Esteri Guido Westerwelle. Sono frustrato come voi per questa situazione. Ma ancora una volta, qual è l’alternativa? Dobbiamo contrastare quello che sta accadendo, che il conflitto in Siria infiammi un Paese dopo l’altro.”

Una risposta al pessimismo dimostrato da Lakhdar Barhimi. Il rappresentante speciale di Onu e Lega Araba nel Paese ha parlato di una “situazione che peggiora minacciando di travolgere il Medio Oriente.”

Al centro del dibattito anche il conflitto in Mali. A New York il presidente francese Hollande e il segretario generale della Nazioni Unite Ban Ki-Moon hanno ipotizzato la possibilità di nominare un inviato dell’Onu per il Paese.