ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama all'Onu: gli Usa non si ritireranno mai dal mondo

Lettura in corso:

Obama all'Onu: gli Usa non si ritireranno mai dal mondo

Dimensioni di testo Aa Aa

Barack Obama parla all’Assemblea generale dell’Onu, per l’ultima volta prima delle elezioni presidenziali di novembre.

Davanti alla comunità internazionale ribadisce il ruolo attivo degli Stati Uniti nella difesa dei valori democratici.

E manda l’ennesimo monito a Teheran, a cui non permetteremo, avverte, di dotarsi di armi nucleari.

“Il governo iraniano continua a sostenere un dittatore a Damasco e gruppi terroristici all’estero”, ha dichiarato Obama, “Non ha mai colto l’occasione per dimostrare che il suo programma nucleare è pacifico e per far fronte ai suoi obblighi nei riguardi delle Nazioni Unite”.

Poi il presidente statunitense condanna a chiare lettere il film anti-Islam che ha scatenato proteste e violenze in mezzo mondo.

Ma all’assemblea chiede unità, perché gli attacchi, inaccettabili, colpiscono gli ideali su cui si fonda l’Onu.

E nello stesso tempo Obama difende la libertà di parola, anche quando, dice, è a sue spese:

“In qualità di presidente del nostro Paese e comandante in capo del nostro esercito, accetto che le persone mi offendano ogni giorno. E difenderò sempre il loro diritto a farlo. Ma non ci sono parole che scusino l’uccisione di innocenti. Non ci sono video che giustifichino l’attacco a un’ambasciata. Nessuna calunnia che dia alle persone la scusa per bruciare un ristorante in Libano, distruggere una scuola a Tunisi o causare morte e distruzione in Pakistan”.

Gli Stati Uniti, ha promesso il presidente uscente, puniranno coloro che uccidono i suoi uomini e, assicura, ‘‘non si ritireranno mai dal mondo’‘.