ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kippur: Israele chiude valichi Cisgiordania e Gaza

Lettura in corso:

Kippur: Israele chiude valichi Cisgiordania e Gaza

Dimensioni di testo Aa Aa

Rafforzate le pattuglie di polizia nelle città, attorno alle sinagoghe e all’ingresso dei centri abitati. In occasione del digiuno penitenziale ebraico del Yom Kippur, Israele è in stato di massima allerta.

Negozi e uffici chiusi, traffico aereo fermo e strade praticamente deserte e programmi tv sospesi per il giorno più sacro del calendario ebraico.

Molti fedeli rispettano il precetto del digiuno per 25 ore e trascorrono la giornata in sinagoga. Gli ultraortodossi iniziano le celebrazioni un giorno prima con il rito del kapparot.

Da questo martedì è scattata, a mezzanotte, una chiusura di 48 ore dei valichi con la Cisgiordania, con l’unica eccezione dei transiti per motivi medici e umanitari. Nella Striscia di Gaza, controllata dal movimento palestinese Hamas, il blocco è quasi totale.

Blindata Gerusalemme est, mentre lungo i confini e nelle città a popolazione mista sono state prese misure rigide per evitare scontri fra ebrei e musulmani.