ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa e Francia temono attacchi in quella che è stata definita "Giornata d'Amore per il Profeta Maometto"

Lettura in corso:

Usa e Francia temono attacchi in quella che è stata definita "Giornata d'Amore per il Profeta Maometto"

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel venerdì dichiarato “Giornata di Amore per il Profeta” misure di sicurezza straordinarie sono state istituite nel mondo musulmano per prevenire attacchi terroristici che vogliano vendicare il film anti-Islam e le vignette sul profeta ripubblicate in Francia dallla rivista Charlie Hebdo. In Pakistan oggi verrà bloccata la copertura dei telefoni cellulari. I telefonini vengono spesso usati come detonatori a distanza. Per cercare di calmare le proteste anti-americane la Casa Bianca ha prodotto un video in cui il presidente Barack Obama spiega come il governo Usa non c’entri nulla con la produzione del film blasfemo. E dal film intanto cercano di sfilarsi i singoli protagonisti. Un’attrice, minacciata di morte, ha provato a denunciare youtube imponendo di togliere il film da internet, ma una corte statunitense le ha dato torto.

Anche la Francia dopo la decisione di Charlie Hebdo di ripubblicare le vignette su Maometto è al centro delle proteste. Questa francese di Tunisi ha la sua idea su cosa dire al caporedattore della rivista: “Sei un imbecille. A te non accadrà nulla. Vivi protetto. Ma noi siamo qui e tutti i francesi che vivono nel mondo muslmano oggi rischiano. Siamo degli obiettivi”.

Il governo tunisino ha vietato ogni manifestazione sul proprio territorio, ma non si sa quanti, oggi, rispetteranno il divieto.