ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia. Attesa per la sentenza contro i presunti golpisti

Lettura in corso:

Turchia. Attesa per la sentenza contro i presunti golpisti

Dimensioni di testo Aa Aa

È attesa da un momento all’altro in Turchia la sentenza del maxiprocesso contro i presunti golpisti in seno all’esercito. 365 ex alti ufficiali sono accusati di aver pianificato nel 2003 una strategia della tensione con l’obiettivo di rovesciare il governo a guida nazionalista islamica moderata eletto l’anno precedente.

Il pubblico ministero ha chiesto pene dai 15 ai 20 anni di reclusione per gli imputati fra cui c‘è l’ex generale della prima armata Cetin Dogan, ritenuto il cervello della presunta organizzazione eversiva. Altri personaggi eccellenti alla sbarra: l’ex comandante della marina militare Özden Örnek, l’ex capo dell’aviazione Ibrahim Firtina e l’ex generale Ergin Saygun. La difesa parla di prove fabbricate ad arte per epurare chi non concorda con il nuovo corso turco.

L’opposizione, che sostiene gli accusati, denuncia una manovra orchestrata per ridurre il potere delle forze armate, tradizionalmente forti in Turchia e custodi della laicità dello stato. Dagli anni ’60 ad oggi il paese ha vissuto tre colpi di stato.