ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: Cns "crisi peggiora, rischio per Paesi vicini"

Lettura in corso:

Siria: Cns "crisi peggiora, rischio per Paesi vicini"

Dimensioni di testo Aa Aa

La guerra civile siriana rischia di avere ripercussioni sui Paesi vicini. L’allarme lanciato dal presidente del Consiglio nazionale siriano arriva dopo tre giorni di intensi bombardamenti al confine con la Turchia, risposta del regime di Bashar al Assad alla conquista da parte dei ribelli del valico frontaliero di Tall Abyad.

Gli attacchi dell’aviazione governativa mettono paura ai residenti della cittadina turca di Akcakale, un terzo dei quali, dopo un venerdì insonne, ha deciso di lasciare le proprie case.

“Io vivo al confine, proprio sul confine – spiega un abitante di Akcakale – Non abbiamo potuto dormire a causa delle esplosioni. Da casa mia si sentono i bombardamenti. Le bombe vengono sganciate a circa un chilometro di distanza da qui, in territorio siriano. Abbiamo dovuto evacuare questa zona e trasferirici in altri villaggi”.

Assad – forte del supporto russo che garantisce anche aiuti alimentari – mantiene la linea dura e il suo esercito continua a bombardare la provincia di Homs e Aleppo. L’opposizione denuncia un nuovo massacro a Buwaida, sobborgo di Damasco, dove 17 persone sarebbero state uccise dalle forze governative.