ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vignette satiriche: la Francia teme nuove tensioni

Lettura in corso:

Vignette satiriche: la Francia teme nuove tensioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuove misure di sicurezza in Francia dopo la pubblicazione da parte del settimanale “Charlie Hebdo” di alcune vignette satiriche su Maometto in pose osé.

Il ministro degli esteri francese cerca di smorzare i toni della polemica:
“Naturalmente rispettiamo e proteggiamo la libertà d’espressione” ha dichiarato Laurent Fabius. “I tribunali sono qui per decidere se è stato commesso un oltraggio. Non vogliamo che venga fatta confusione e facciamo appello al senso di responsabilità della gente”.

Le caricature arrivano dopo numerosi giorni di proteste causate dal film anti-Islam che ridicolizza il profeta. Un’ondata di violenze che ha già provocato l’uccisione dell’ambasciatore americano in Libia e un attentato dinamitardo in Afghanistan. Dall’Egitto, intanto, arriva un appello alla calma da parte del segretario generale della Lega Araba:

“Il film rappresenta qualcosa che colpisce il cuore della religione” ha detto Nabil Al Araby. “Una reazione simile può essere considerata normale. Non mi piace però constatare che ci siano attacchi contro le ambasciate straniere o ulteriori violenze”.

Chiuse scuole e ambasciate francesi in una ventina di paesi musulmani per il timore di attentati. Profondamente scioccato per la pubblicazione delle vignette, il Consiglio francese per il culto musulmano ha invitato tutti gli islamici in Francia a non cedere alla provocazione.