ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sudafrica: due morti in scontri tra polizia e minatori

Lettura in corso:

Sudafrica: due morti in scontri tra polizia e minatori

Dimensioni di testo Aa Aa

È di due morti il bilancio degli scontri avvenuti vicino alla miniera di platino di Rostenburg, in Sudafrica.

La prima vittima è stata investita e trascinata per alcuni metri da un veicolo corazzato della polizia, mentre la seconda sarebbe deceduta in seguito a colpi d’arma da fuoco sparati dalle forze dell’ordine. L’azienda aveva minacciato di licenziare tutti gli operai che non fossero tornati al lavoro.

Arrestate poi altre 22 persone in seguito alle manifestazioni di protesta dei lavoratori che chiedono gli stessi aumenti salariali ottenuti dai minatori di Marikana.

Un economista fa il quadro della situazione:

“I redditi di datori di lavoro e dipendenti avevano bisogno di una revisione. Non solo quelli dei capitalisti e della mano d’opera, ma anche di tutto il settore” spiega Goolam Ballim, responsabile finanziario di Standard Bank. “Questi redditi sono caratterizzati da forti diseguaglianze. Penso che le imprese sudafricane, come quelle di altri paesi del mondo, diventeranno sempre più aggressive nel loro modo di concepire la distribuzione, o meglio la cattiva distribuzione del capitale tra i loro dipendenti”.

Dopo uno sciopero durato 41 giorni sono invece tornati al lavoro i minatori di Marikana, la più grande miniera di platino del mondo. Un accordo ha infatto stabilito un aumento del 22% delle retribuzioni salariali.

La produzione riprenderà tra qualche giorno, dopo il controllo degli impianti e gli esami medici a cui verranno sottoposti i 28.000 dipendenti.