ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nord Mali. La Francia potrebbe appoggiare un intervento panafricano

Lettura in corso:

Nord Mali. La Francia potrebbe appoggiare un intervento panafricano

Dimensioni di testo Aa Aa

La sorte degli ostaggi francesi in Mali legata alla politica estera dell’Eliseo. L’organizzazione di Al Qaida nel Maghreb islamico accusa Parigi di voler favorire l’invasione del nord ribelle del Mali. Da un sito mauritano minaccia di uccidere i 6 rapiti in Niger due anni fa. Il folle interventismo francese, avverte l’Aqmi, avrà come conseguenza la morte dei sequestrati e nuocerà al loro intero paese.

In giornata il generale Martin Klotz, portavoce del ministero della difesa d’oltralpe, aveva detto che la Francia è disposta a fornire un sostegno, nel quadro di un’iniziativa africana che operasse sotto mandato delle Nazioni Unite.

Dal 6 aprile l’Azawad, il territorio settentrionale del Mali ha dichiarato unilateralmente la propria indipendenza. È controllato dai ribelli tuareg e dai gruppi islamici radicali armati.

I francesi, che hanno tradizionalmente una forte influenza in Africa occidentale, sarebbero pronti a fornire un appoggio logistico a un’eventuale missione.

L’Organizzazione dei paesi dell’Africa occidentale si è riunita pochi giorni fa in Costa d’Avorio proprio per studiare la possibilità di dispiegare una forza panafricana.