ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Georgia. Scandalo abusi in carcere: i primi arresti

Lettura in corso:

Georgia. Scandalo abusi in carcere: i primi arresti

Dimensioni di testo Aa Aa

Si estende in Georgia la protesta contro i maltrattamenti in carcere e prende una piega politica a meno di due settimane dalle elezioni presidenziali. I familiari dei detenuti hanno inscenato una manifestazione fuori dal penitenziario di Tbilisi in cui sarebbero avvenuti gli abusi, documentati in un video trasmesso da reti televisive anti-governative. La testimonianza della madre di un detenuto:

“Tutto ciò è insopportabile. Ieri sono svenuta tre volte. Non avevo idea che potessero succedere cose del genere in cella. Non ci volevo credere”.

Il governo ha promesso che farà piena luce. Dieci persone sono state arrestate, fra loro il direttore della prigione della capitale, due deputati e alcune guardie carcerarie.

Il presidente uscente Michail Saakashvili ha assicurato che i responsabili verranno puniti, mentre il ministro competente ha preannunciato le dimissioni. Di fronte alla collera popolare, esplosa con manifestazioni violente a Tbilisi, l’esecutivo insinua che i secondini autori del video shock sarebbero stati pagati per perpetrare e filmare le violenze in modo da gettare discredito sulle autorità del paese.