ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aung San Suu Kyi: storica visita negli Stati Uniti

Lettura in corso:

Aung San Suu Kyi: storica visita negli Stati Uniti

Dimensioni di testo Aa Aa

È partita con l’incontro con Hillary Clinton la visita negli Stati Uniti di Aung San Suu Kyi.

Era dal 1990 che il Premio Nobel non metteva piede sul suolo americano. Nei diciassette giorni di permanenza riceverà anche la Medaglia d’oro del Congresso, conferitale nel 2008, quando si trovava ancora agli arresti domiciliari.

Tra gli argomenti affrontati il difficile processo di democratizzazione in atto in Myanmar, che dovrà passare necessariamente, ha detto Aung San Suu Kyi, attraverso la progressiva cancellazione delle sanzioni commerciali.

Misure utili nel passato, per fare pressione sulla dittatura militare, ha aggiunto, ma oggi il Myanmar ha bisogno di consolidare la democrazia nel Paese senza aiuti esterni.

Gli Stati Uniti hanno più volte ribadito che uno dei presupposti per la cancellazione delle sanzioni sarà la liberazione delle centinaia di prigionieri politici.

Poche ore prima dell’arrivo negli Stati Uniti di Aung San Suu Kyi, il Myanmar ha concesso l’amnistia a oltre cinquecento detenuti.

Secondo gli attivisti per i diritti umani fra di loro ci sono almeno un’ottantina di dissidenti.