ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste anti-USA: timori in Europa

Lettura in corso:

Proteste anti-USA: timori in Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarà pugno di ferro in Francia contro l’organizzazione di altre manifestazioni anti-americane, sull’onda delle proteste in tutto il mondo contro, l’ormai tristemente noto, film sul profeta Maometto.

Lo promette il ministro dell’Interno francese, Manuel Valls, dopo la protesta non autorizzata davanti all’ambasciata americana a Parigi, che ha visto scontri fra polizia e dimostranti. Il bilancio è stato di tre agenti feriti e 150 persone fermate.

“Non permetterò che nelle nostre strade si vedano donne con il velo integrale e preghiere nelle vie, che si ascoltino slogan contro Paesi che condividono i nostri valori”, ha dichiarato Manuel Valls, “Sarò irremovibile. Inoltre si tratta solo di un gruppo di persone, che professa un Islam radicale e che non bisogna confondere evidentemente con l’immensa maggioranza dei nostri concittadini”.

Dalla Francia, dove vive la più grande comunità islamica in Europa, con almeno 4 milioni di musulmani, alla Germania.

Il governo sta tentando di bloccare l’arrivo nel Paese di Terry Jones, il pastore americano noto per i provocatori roghi di copie del Corano, che è stato invitato dal gruppo di estrema destra Pro Deutschland.

I militanti hanno espresso anche la volontà di proiettare il film anti-Islam.

Il ministro dell’Interno tedesco Hans-Peter Friedrich ha promesso che ricorrerà ad ogni mezzo legale per fermare le iniziative degli estremisti.