ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: per l'inviato Onu Brahimi potrebbe avere conseguenze catastrofiche oper il mondo intero

Lettura in corso:

Siria: per l'inviato Onu Brahimi potrebbe avere conseguenze catastrofiche oper il mondo intero

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi siriana come un vaso di Pandora. Non riuscire a richiuderlo potrebbe avere conseguenze spaventose.  È il senso del messaggio dell’inviato dell’onu e della lega araba Lakdar Brahimi in visita a Damasco per parlare col presidente Bashar al Assad e con esponenti dell’opposizione per cercare di ottenere almeno una tregua negli scontri. “La crisi siriana è un rischio non solo per il paese, ma per tutte le nazioni arabo-musulmane e per il mondo intero perché non si sa dove possa arrivare”. Parole che tradiscono l’amarezza di iniziative diplomatiche fino ad ora dimostratesi inutili.
Sono quasi 30.000, secondo varie fonti, le vittime di questa guerra civile. Gli scontri delle ultime ore soprattutto attorno a Damasco e Aleppo, strategico snodo al nord. Da qui passano molti degli aiuti provenienti dalla vicina Turchia.

L’intera regione è scenario di violenti combattimenti. Qui siamo ad Azaz, a poche decine di chilometri da Aleppo. Località come queste distrutte dai bombardamenti fanno ormai parte del paesaggio di una guerra civile che non accenna nemmeno a interrompersi.