ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portoghesi in piazza contro le politiche di austerity

Lettura in corso:

Portoghesi in piazza contro le politiche di austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

Tra le decine di migliaia di portoghesi che ieri hanno invaso il centro di Lisbona lo slogan più riccorrente è stato “la troika vada al diavolo”.

Nella capitale si è tenuta la più grande delle manifestazioni organizzate in tutto il Paese per protestare contro le misure di austerity varate dal governo di centrodestra, che pochi giorni fa ha annunciato ulteriori giri di vite.

“Il governo non ha mantenuto una sola promessa – sostiene un manifestante a Lisbona – E, soprattutto, sono sempre le stesse persone quelle chiamate a fare i sacrifici. Spero che questa protesta sia il primo passo nel processo cambiamento”.

Lo scontento è esploso dopo la recente decisione dell’esecutivo guidato da Pedro Passos Coelho di innalzare i contributi previdenziali a carico dei lavoratori dall’11% al 18%. Un prelevio che equivarrà a un mese di stipendio nell’arco del prossimo anno. Una misura imposta dagli accordi di rigore con i tre creditori del Portogallo – Unione europea, Fondo monetario internazionale e banca centrale europea – in cambio del piano di salvataggio da 78 miliardi di euro.