ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: attacco Bengasi, Obama accoglie le salme rimpatriate

Lettura in corso:

USA: attacco Bengasi, Obama accoglie le salme rimpatriate

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti rendono omaggio alle vittime dell’assalto al consolato americano di Bengasi, in Libia. Le bare dell’ambasciatore Chris Stevens e dei suoi tre connazionali morti nell’attacco sono arrivate alla base militare di Andrews, nel Maryland, dove si è svolta una cerimonia alla presenza del capo della Casa Bianca Barack Obama e del segretario di Stato Hillary Clinton.

“Continueremo a fare tutto ciò che è in nostro potere – afferma Obama – per proteggere gli americani in servizio all’estero, incrementando la sicurezza nelle nostre sedi diplomatiche, in collaborazione con i Paesi ospitanti, che hanno l’obbligo di garantire la sicurezza – e per mettere in chiaro che coloro che attaccano gli americani saranno perseguiti”.

“È difficile per gli americani – sottolinea Hillary Clinton – dare un senso a questo, perché non ha alcun senso ed è totalmente inaccettabile. I popoli di Egitto, Libia, Yemen e Tunisia non hanno abbattuto la tirannia di un dittatore per sostituirla con la tirannia della piazza”.

Hillary Clinton è apparsa commossa nel ricordare la figura dell’ambasciatore, che lei stessa aveva deciso di inviare in Libia. Le 4 salme saranno poi trasportate a Dover, nel Delaware.