ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage di Chevaline: in Gran Bretagna la bimba ferita

Lettura in corso:

Strage di Chevaline: in Gran Bretagna la bimba ferita

Dimensioni di testo Aa Aa

È tornata in Gran Bretagna la piccola Zainab al-Hilli, sovravvissuta al massacro della sua famiglia a Chevaline, in alta Savoia.

Una scena da film, alla Csi, con molto sangue e i corpi crivellati di colpi, ha raccontato il ciclista britannico che, durante una delle sue quotidiane passeggiate nella zona, ha scoperto la Bmw con il motore ancora acceso.

“Ho guardato all’interno per controllare le persone, e mi è stato subito chiaro che le lesioni inferte non erano il risultato di un incidente d’auto in un parcheggio”, racconta Brett Martin, “In realtà mi sembrava proprio una scena da Hollywood, con il regista che dice: buona la prima, e tutti si alzano per andare via. Ma purtroppo era tutto vero.
Allora ho cominciato a preoccuparmi, perché ho pensato che forse c’era qualche pazzo nei boschi, tutta la zona è piena di boschi”.

Nella sparatoria è morto anche un ciclista francese che, racconta il testimone, lo aveva appena superato in bicicletta. Uccisi con due colpi alla testa padre, madre e nonna. Illesa la sorellina di 4 anni mentre Zainab è stata ferita alla testa e alla spalla.

Gli inquirenti francesi, in Gran Bretagna da giovedì, attendono di poterla interrogare insieme ai colleghi britannici. È l’unica ad aver visto i killer in azione e a poterne dare una descrizione.