ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi Bassi: mercoledì si vota, favoriti i pro-euro

Lettura in corso:

Paesi Bassi: mercoledì si vota, favoriti i pro-euro

Dimensioni di testo Aa Aa

A due giorni dal voto anticipato, malgrado l’ostilità verso Bruxelles e gli aiuti ai paesi in difficoltà, nei Paesi Bassi i sondaggi danno per vincenti i partiti filo-europei, liberali del premier Mark Rutte in testa.

La campagna del primo ministro uscente, al governo dall’ottobre del 2010, ribadisce la strada già tracciata: contribuire ad arginare la crisi della zona euro e mettere ordine nei conti pubblici.

Probabili partner del futuro governo, i laburisti di Diederick Samsom: se la giocano testa a testa coi liberali ma al riassesto delle finanze preferirebbero un rilancio dell’economia, pronti comunque alla solidarietà europea, previo rispetto degli impegni presi.

In ribasso invece le quotazioni dei socialisti euroscettici di Emile Roemer: primi a inizio campagna, non dovrebbero incassare più di 23 deputati sui 150.

Gli olandesi insomma non sembrano cedere al fascino del vecchio fiorino a discapito dell’euro, come preconizzato dall’estrema destra.

Geert Wilders, che, tolto il suo appoggio al governo per una divergenza sull’austerità, ha riportato il paese al voto, è dato solo in quarta posizione.