ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Glencore: ultima offerta per Xstrata

Lettura in corso:

Glencore: ultima offerta per Xstrata

Dimensioni di testo Aa Aa

Glencore, numero uno al mondo nel commercio di materie prime, non aumenterà più la propria offerta per il gruppo minerario Xstrata. Questo lunedì il gigante svizzero ha reso noto nei dettagli la propria offerta, già migliorata, per il gruppo minerario di cui detiene il 34%.

La proposta consiste nella fusione sulla base di un po’ più di tre azioni Glencore per ogni azione Xstrata
contro le 2,8 azioni di prima. L’offerta passa anche da 31 a 36 miliardi di dollari – vale a dire circa 29 miliardi di euro. Il che rappresenta un premio del 27% sul prezzo di chiusura di mercoledì di Xstrata.

Alla Borsa di Londra, dove i due gruppi svizzeri sono quotati, questa nuova offerta ha permesso al titolo Xstrata di guadagnare questo lunedì l’1,7%, mentre Glencore lascia sul terreno il 2,1%, segno che gli investitori giudicano il rapporto di cambio elevato.

Xstrata si attendeva di più. Il suo secondo più importante azionista, il fondo sovrano del Qatar, in giugno aveva bloccato l’accordo chiedendo 3,25 azioni di Glencore per ogni azione Xstrata. Per Xstrata il fatto che Glencore voglia mettere i propri uomini alla testa del nuovo gruppo merita un premio di rischio sostanzioso.

La saga Glencore-Xstrata dura da febbraio. In otto mesi Xstrata ha perso più del 18%, Glencore circa il 20%. Xstrata si è data fino al 24 settembre per dare
una risposta all’offerta finale di Glencore.