ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Già in carcere in Libia l'ex spia di Gheddafi, Abdallah Al Senoussi

Lettura in corso:

Già in carcere in Libia l'ex spia di Gheddafi, Abdallah Al Senoussi

Dimensioni di testo Aa Aa

Un giusto processo in patria e non necessariamente di fronte alla corte penale internazionale anche se esiste un mandato di cattura.

È quanto chiede Washington alle autorità libiche per l’ex capo dei servizi segreti libici, estradato ieri dalla Mauritania proprio verso la Libia e già detenuto a Tripoli nella stessa prigione dove sono rinchiusi altri boiardi dell’ex regime. Gli USA hanno firmato il trattato che sancisce la creazione della Corte Penale Internazionale, ma non hanno mai ratificato il testo.
Senoussi era uno più stretti collaboratori dell’ex dittatore Muammar Gheddafi. È accusato di crimini contro l’umanità e potrebbe raccontare molto sui crimini e sul sostegno al terrorismo internazionale del defunto regime se accettasse di parlare.
Conoscitore dei più profondi segreti de defunto regime, a partire dall’attentato di Lockerbie, Senoussi era arrivato in Mauritania con un passaporto falso. Per questo Nouachkott avrebbe voluto processarlo per false generalità. In realtà un escamotage per ritardarne l’estradizione poi avvenuta comunque su pressione internazionale.